Cambiagesto

Arrivano i Seabin di Cambiagesto, per ripulire i nostri mari dai rifiuti

A volte sono i gesti più semplici ad aiutarci a raggiungere grandi risultati. È con questo spirito che #CAMBIAGESTO lancia una nuova campagna social nella quale si invitano tutti gli utenti a condividere sui propri profili il maggior numero di contenuti originali, come selfie e stories con l’hashtag #CAMBIAGESTO, dedicati al vivere sostenibile quotidiano. Perché ognuno di noi, nel suo piccolo, può contribuire a salvaguardare l’ambiente.

Una condivisione non finalizzata a rimanere cristallizzata sul web, ma che si trasformerà in campagna attiva: infatti, ogni 500 condivisioni sui social di un post con l’hashtag dell’iniziativa da parte dei nostri utenti, verrà attivato un dispositivo Seabin per la raccolta dei rifiuti dispersi in mare (fino a un massimo di tre). Di questi, due saranno adottati a Venezia e Fiumicino, mentre ci sarà una nuova installazione a Taranto. Ogni singola condivisione avrà quindi un peso fondamentale per supportare la campagna e contribuire alla pulizia del mare: un peso concreto che abbiamo stimato essere pari ad 1 kg di plastica per ogni hashtag condiviso, e che ci porterà al termine della nostra campagna, ad aver raccolto più di 1,5 tonnellate di plastica.

Un’iniziativa tangibile che servirà a dare un contributo reale alla pulizia dei nostri porti e delle acque costiere, rendendo così il nostro mare un po’ più pulito e liberandolo da rifiuti e plastica.

Ripuliamo i nostri mari, con lo smartphone

La plastica presente nei nostri mari è infatti, purtroppo, tantissima. E il Mediterraneo è uno tra quelli più inquinati. Ogni giorno, secondo le stime del Programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep), finiscono nelle acque marine 731 tonnellate di rifiuti plastici. C’è chi la definisce una “zuppa di plastica”, una zuppa che colpisce tutto l’ecosistema marino, con danni a lunghissimo termine. Non solo reti da pesca, o bottiglie di plastica: in mare finisce un po’ di tutto, dagli oggetti più grandi alle cosiddette “microplastiche” ovvero quegli oggetti nell’ordine del decimo di millimetro.

Seabin, il cestino intelligente cattura rifiuti

Per questo motivo è nato LifeGate PlasticLess®, il progetto di LifeGate che #CAMBIAGESTO ha deciso di sostenere. Si tratta di un progetto – di più ampio respiro – che ha l’obiettivo di contribuire alla diminuzione dell’inquinamento di rifiuti plastici nei mari e laghi italiani attraverso la loro raccolta nelle acque dei porti, marine e circoli nautici e promuovendo un reale modello di economia e consumo circolare, con lo scopo di ridurre, riutilizzare e riciclare i rifiuti.

L’iniziativa si basa sull’utilizzo di un Seabin, un cestino di raccolta dei rifiuti che viene immerso nel mare e che raccoglie tutti gli oggetti galleggianti in superficie, capace di catturare fino a 1,5 kg di materiale al giorno, ovvero circa 500 Kg di rifiuti all’anno (a seconda del meteo e dei volumi dei detriti), comprese le microplastiche da 5 a 2 mm di diametro e le microfibre da 0,3 mm, oltreché i mozziconi di sigaretta.

Il “cestino mangiaplastica” viene normalmente posizionato in un porto, immerso nell’acqua e, grazie all’azione di una pompa collegata alla corrente elettrica, filtra fino a 25mila litri di acqua marina all’ora. Mentre l’acqua scorre, raccoglie così i rifiuti, trattenendo tutte le particelle fino ad un massimo di 20 chilogrammi. A quel punto viene svuotato e pulito, mentre i rifiuti vengono avviati a smaltimento, pulendo di fatto le acque del mare e soprattutto quelle costiere.

Contribuire a ripulire i mari con i Seabin è davvero semplice. Che siate in vacanza, in montagna, nel vostro posto di lavoro basta davvero poco per aderire a #CAMBIAGESTO e mostrare le proprie buone pratiche che aiuteranno intanto noi a ripulire il mare!

Ora tocca a voi.

Più saremo e più rifiuti raccoglieremo!

Condividi Articolo

Articoli correlati

Incendi boschivi: le cause più comuni e come possiamo prevenirli

Quando l’inconsapevolezza crea danni enormi all’ambiente Circa il 2% degli incendi è scaturito da ...

Obiettivo raggiunto: il primo Seabin è stato attivato

UN IMPEGNO CONCRETO PER RIPULIRE I NOSTRI MARI DALLA PLASTICA Cambiagesto ha aderito al progetto Plastic Less ...

La seconda tappa di Cambiagesto. Il racconto di chi ha partecipato

Tante le persone che hanno preso parte alla tappa dell’8 luglio. Per questo abbiamo deciso di raccontarvela ...

Cosa sono gli SDGs, Obiettivi di sviluppo sostenibile, e come cambiare i nostri gesti per raggiungerli

Proteggere il pianeta e il benessere dei suoi abitanti grazie ad una trasformazione sostenibile della societ...

La seconda tappa del tour

Questo fine settimana insieme a @retakeroma e @plasticfreeit siamo stati a #Cagliari, #Senigallia, #...

Parte la seconda tappa del tour di #CAMBIAGESTO, la campagna per prevenire l’inquinamento da mozziconi nell’ambiente e nel mare

In occasione della giornata del Mediterraneo, #CAMBIAGESTO ha annunciato la challenge, in collaborazione con ...

Giornata internazionale del Mar Mediterraneo | Cambiagesto

L’8 luglio si celebra la giornata internazionale del Mar Mediterraneo In occasione della Giornata ...

Con Cambiagesto ripartiamo dai numeri

Cambiagesto riparte dai numeri. E lo fa toccando, nella sua prima tappa, le città di Matera, Napoli, Pescara ...

Riparte #CAMBIAGESTO, la campagna di sensibilizzazione per prevenire l’inquinamento da mozziconi

Riparte #CAMBIAGESTO, la campagna di sensibilizzazione per prevenire l’inquinamento da mozziconi  ...

Giornata mondiale dell’ambiente. Parte la campagna #CAMBIAGESTO

Una parte di te sa già come fare Il 5 giugno è la Giornata mondiale dell’ambiente e non poteva che essere ...

Le tabaccherie, spazi dove comunicare l’importanza di rispettare l’ambiente

La Tabaccheria attraverso la storia Quando pensiamo a un esercizio commerciale storico del nostro Paese, non ...

Cambiagesto: una parte di te sa già come fare

Anno dopo anno un impegno per la sostenibilità Ogni giorno nel mondo vengono dispersi nell’ambiente 800.000...

Cosa sono i mozziconi e il loro impatto ambientale

Cosa sono i mozziconi, qual è la loro composizione e quali sono i pericoli della dispersione continua di ...

Ricorda di portare sempre con te il posacenere portatile

Ami l’ambiente. Vuoi impegnarti seriamente per non inquinare e per ridurre il più possibile il tuo impatto ...

Non gettare i mozziconi nei tombini, possono finire nelle acque

Abbiamo già parlato del rischio di gettare i mozziconi per terra: contribuiscono al degrado urbano e ti fanno...

Dove si buttano i mozziconi?

Sei un fumatore e a volte non sai dove buttare il mozzicone una volta finita la sigaretta? Intanto, ricordati ...

Campagna di informazione e sensibilizzazione promossa e finanziata da Philip Morris Italia s.r.l. ai sensi del decreto 15 febbraio 2017, art. 3