Eventi

Giornata internazionale del Mar Mediterraneo | Cambiagesto

L’8 luglio si celebra la giornata internazionale del Mar Mediterraneo

In occasione della Giornata internazionale del Mar Mediterraneo, si terrà il secondo appuntamento della nostra campagna #CAMBIAGESTO, che vedrà coinvolte le città di Cagliari, Cefalù, Reggio Calabria, Termoli, Genova e Senigallia. In queste tappe, nella giornata del 10 e 11 luglio a partire dalle 17,30, saranno distribuiti materiali informativi e portamozziconi portatili per favorire il giusto comportamento da parte dei fumatori e per un corretto smaltimento dei mozziconi.

Obiettivo: rendere le persone più consapevoli dei potenziali danni agli ecosistemi marini causati da cambiamenti climatici e inquinamento. Il Mar Mediterraneo, culla di civiltà antiche e vero tesoro di biodiversità, è infatti oggi uno dei mari più minacciati, anche a causa dell’inquinamento da mozziconi

 

Perché dobbiamo proteggere il Mar Mediterraneo

Oggi sappiamo che il Mediterraneo si sta surriscaldando più velocemente degli altri mari. Il fenomeno prende il nome di tropicalizzazione: significa che molte specie aliene, provenienti cioè da altri habitat più caldi, si stanno spostando e colonizzando le acque del Mare Nostrum, occupando le nicchie ecologiche di altre specie locali. 

 

Per invertire la tendenza è stata lanciata la campagna “30×30 Italia”, che mira a istituire per almeno il 30 per cento dei mari italiani delle  Aree marine protette (Amp) entro il 2030. 

Obiettivo di questi provvedimenti è proteggere quindi il Mediterraneo dalla sovrapesca, dall’inquinamento e dal riscaldamento globale: la temperatura superficiale dell’acqua ha infatti già raggiunto il massimo storico di 31°C, mentre le specie aliene sono circa 1000, di cui 618 considerate stabili.

Troppa plastica nel Mediterraneo

570 mila tonnellate di plastica. Sono queste le stime dell’inquinamento che entra nelle acque del Mediterraneo ogni anno. 

Tra le cause più significative dell’inquinamento del Mar Mediterraneo dobbiamo annoverare la mancata depurazione delle acque reflue, ma soprattutto l’abbandono dei rifiuti sulle coste e nelle nostre stesse città. Se non smaltiti correttamente, possono convogliarsi nei fiumi, e finire inevitabilmente in mare. Tra questi, i mozziconi di sigaretta rappresentano la tipologia di rifiuto che maggiormente contribuisce all’inquinamento del nostro mare. Sommati l’uno all’altro, costituiscono un serio problema e hanno un enorme impatto sull’inquinamento ambientale: ogni mozzicone impiega infatti fino a 15 anni per decomporsi, secondo la Noaa – National oceanic and atmospheric administration statunitense.

Per questo motivo, con la campagna #CAMBIAGESTO, promuoviamo un momento di riflessione sul tema, ma soprattutto desideriamo intervenire sul comportamento dei fumatori adulti facilitando il corretto smaltimento dei mozziconi di sigarette  mettendo a disposizione  posaceneri portatili che verranno distribuiti in tutte le regioni d’Italia, negli appositi punti vendita che esporranno il logo dell’iniziativa.

Condividi Articolo

Articoli correlati

Incendi boschivi: le cause più comuni e come possiamo prevenirli

Quando l’inconsapevolezza crea danni enormi all’ambiente Circa il 2% degli incendi è scaturito da ...

Obiettivo raggiunto: il primo Seabin è stato attivato

UN IMPEGNO CONCRETO PER RIPULIRE I NOSTRI MARI DALLA PLASTICA Cambiagesto ha aderito al progetto Plastic Less ...

La seconda tappa di Cambiagesto. Il racconto di chi ha partecipato

Tante le persone che hanno preso parte alla tappa dell’8 luglio. Per questo abbiamo deciso di raccontarvela ...

Cosa sono gli SDGs, Obiettivi di sviluppo sostenibile, e come cambiare i nostri gesti per raggiungerli

Proteggere il pianeta e il benessere dei suoi abitanti grazie ad una trasformazione sostenibile della societ...

La seconda tappa del tour

Questo fine settimana insieme a @retakeroma e @plasticfreeit siamo stati a #Cagliari, #Senigallia, #...

Parte la seconda tappa del tour di #CAMBIAGESTO, la campagna per prevenire l’inquinamento da mozziconi nell’ambiente e nel mare

In occasione della giornata del Mediterraneo, #CAMBIAGESTO ha annunciato la challenge, in collaborazione con ...

Arrivano i Seabin di Cambiagesto, per ripulire i nostri mari dai rifiuti

A volte sono i gesti più semplici ad aiutarci a raggiungere grandi risultati. È con questo spirito che #...

Con Cambiagesto ripartiamo dai numeri

Cambiagesto riparte dai numeri. E lo fa toccando, nella sua prima tappa, le città di Matera, Napoli, Pescara ...

Riparte #CAMBIAGESTO, la campagna di sensibilizzazione per prevenire l’inquinamento da mozziconi

Riparte #CAMBIAGESTO, la campagna di sensibilizzazione per prevenire l’inquinamento da mozziconi  ...

Giornata mondiale dell’ambiente. Parte la campagna #CAMBIAGESTO

Una parte di te sa già come fare Il 5 giugno è la Giornata mondiale dell’ambiente e non poteva che essere ...

Le tabaccherie, spazi dove comunicare l’importanza di rispettare l’ambiente

La Tabaccheria attraverso la storia Quando pensiamo a un esercizio commerciale storico del nostro Paese, non ...

Cambiagesto: una parte di te sa già come fare

Anno dopo anno un impegno per la sostenibilità Ogni giorno nel mondo vengono dispersi nell’ambiente 800.000...

Cosa sono i mozziconi e il loro impatto ambientale

Cosa sono i mozziconi, qual è la loro composizione e quali sono i pericoli della dispersione continua di ...

Ricorda di portare sempre con te il posacenere portatile

Ami l’ambiente. Vuoi impegnarti seriamente per non inquinare e per ridurre il più possibile il tuo impatto ...

Non gettare i mozziconi nei tombini, possono finire nelle acque

Abbiamo già parlato del rischio di gettare i mozziconi per terra: contribuiscono al degrado urbano e ti fanno...

Dove si buttano i mozziconi?

Sei un fumatore e a volte non sai dove buttare il mozzicone una volta finita la sigaretta? Intanto, ricordati ...

Campagna di informazione e sensibilizzazione promossa e finanziata da Philip Morris Italia s.r.l. ai sensi del decreto 15 febbraio 2017, art. 3