Sostenibilità

Posidonia Oceanica: Cos’è e Perché Proteggerla

La Posidonia oceanica è considerata la foresta tropicale sottomarina, ma non tutti conoscono questa pianta che nei millenni ha imparato a vivere nelle profondità oceaniche. Spesso confusa con un’alga, la Posidonia in realtà è una pianta marina importantissima che è a rischio a causa anche dei nostri comportamenti. Cambiando alcuni nostri gesti quotidiani noi possiamo fare molto per tutelare le praterie di Posidonia e i servizi che questa preziosa pianta ci garantisce. 

Di questo – di piccoli gesti quotidiani che possono aiutare l’ambiente che ci circonda – si occupa la campagna #CAMBIAGESTO che mira a sensibilizzare le persone sul tema dell’inquinamento da mozziconi, dell’impatto ambientale dei rifiuti e sulla salvaguardia ambientale.

 

Ecco perché abbiamo deciso di intervistare il ricercatore Emilio Mancuso, biologo marino e presidente di Verdeacqua. Perché teniamo al nostro Mar Mediterraneo. Vogliamo saperne di più sugli organismi che lo abitano. E capire come proteggerlo e preservarlo per le generazioni future, insieme anche al vostro aiuto.

Emilio, ci spieghi che cos'è la Posidonia e perché è importante per l'ambiente marino?

La Posidonia è una pianta superiore: radici, fusto, foglie…e sott’acqua fa anche fiori e frutti! Nonostante il nome scientifico Posidonia oceanica, vive solo nel nostro amato Mediterraneo (e già questo dovrebbe bastare) e in nessun altro mare del mondo! Se non vi basta: è importantissima, è capace di costruire “architetture sommerse” che sono asilo nido di una enorme quantità di organismi. 

Quali sono i pericoli a cui sono soggette le praterie marine e quali i rischi della perdita di questi habitat?

L’inquinamento chimico delle acque e l’intorbidimento per gli sversamenti in acqua tendono a “soffocare” i posidonieti, che risentono pesantemente anche delle azioni nefaste di strumenti come le reti a strascico e delle manifestazioni meteorologiche estreme che sono effetto del cambiamento climatico che stiamo vivendo. E questo non è un problema della sola Posidonia. Ricordiamoci che la perdita di habitat importantissimi come questi ha ripercussioni sulle coste e sulle spiagge, erose dal moto ondoso lì proprio dove i posidonieti diminuiscono, oppure sulla diminuzione di pescato artigianale lì dove le praterie danneggiate non sono più capaci di ospitare abbondanti comunità di pesci.

Quanto influisce l'inquinamento da plastica (mozziconi inclusi) nella perdita di questo habitat unico?

I posidonieti sono soggetti a erosione anche meccanica. Tutti i rifiuti che ci finiscono in mezzo (oltre ad alterare equilibri chimici e biologici) durante le mareggiate vengono trascinati in mezzo al posidonieto creando delle abrasioni sui fusti, che possono diventare delle vere e proprie “marmitte di erosione” come quelle che vediamo nei letti dei torrenti e che rischiano di disgregare intere praterie di Posidonia. Il singolo pezzetto può avere un effetto ridotto. Ma quante centinaia di migliaia di pezzetti girano per i nostri mari?

Cosa possiamo fare nel quotidiano per proteggere questo ambiente così delicato ma importantissimo per il mare e i suoi abitanti?

Ridurre gli inquinanti che dal nostro lavandino arrivano fino al mare, intercettare più possibile i rifiuti (plastiche ma non solo) prima che arrivino al mare, evitare qualsiasi tipo di ancoraggio sulla Posidonia se d’estate ci piace girare in barca approdando “qua e là”. E pensare nella nostra quotidianità, anche quando siamo lontani dal mare, “questa azione/questo prodotto possono avere ripercussioni sul mare?”. Questo perché, con il mare, siamo tutti interconnessi.

Condividi Articolo

Articoli correlati

Il 18 settembre si celebra il World Cleanup Day

L’impegno di #Cambiagesto e l’adesione al World Cleanup Day La campagna #Cambiagesto nasce per ...

Non gettare rifiuti dal finestrino, inclusi i mozziconi: rispetta l’ambiente

Sapevi che gettare rifiuti dal finestrino è vietato dalla legge? E questo vale anche per i mozziconi! Per ...

Come essere green? Le nostre idee per un picnic o una gita sostenibile

Il picnic in spiaggia o in montagna è un classico della bella stagione, un momento conviviale da trascorrere ...

Come essere sostenibili ogni giorno a partire dalle nostre scelte quotidiane

I nostri comportamenti quotidiani sono fondamentali per invertire la crisi che sta colpendo il pianeta. Se ti ...

La borraccia in metallo: una scelta sostenibile per ridurre l’inquinamento da plastica

Per stare bene, non dobbiamo mai dimenticare la corretta idratazione! Secondo l’Efsa, ovvero l’...

Per vivere in modo sostenibile, cambia mobilità!

Uno dei gesti più importanti che possiamo compiere per vivere in modo sostenibile e ridurre il nostro impatto...

Usa e getta le mascherine con responsabilità

Se prima della pandemia di Covid 19 controllavamo le tasche o l’interno della borsa per accertarci di non ...

Beach litter e plastica nel mare, perchè stiamo trasformando le spiagge in discariche

Vi sarà certamente capitato. Basta una passeggiata sulla battigia per trovare di tutto: rifiuti di ogni ...

Incendi boschivi: le cause più comuni e come possiamo prevenirli

Quando l’inconsapevolezza crea danni enormi all’ambiente Circa il 2% degli incendi è scaturito da ...

Obiettivo raggiunto: il primo Seabin è stato attivato

Cambiagesto ha aderito al progetto Plastic Less di LifeGate per contribuire in modo concreto alla riduzione ...

La seconda tappa di Cambiagesto. Il racconto di chi ha partecipato

Tante le persone che hanno preso parte alla tappa di Cambiagesto dell’8 luglio. Per questo abbiamo deciso di...

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Cosa sono e come raggiungerli

Proteggere il pianeta e il benessere dei suoi abitanti grazie ad una trasformazione sostenibile della societ...

La seconda tappa del tour di Cambiagesto

Questo fine settimana insieme a @retakeroma e @plasticfreeit siamo stati a #Cagliari...

Parte la seconda tappa del tour di #CAMBIAGESTO

In occasione della giornata del Mediterraneo, #CAMBIAGESTO ha annunciato la challenge, in collaborazione con ...

Giornata internazionale del Mar Mediterraneo | Cambiagesto

L’8 luglio, in occasione della Giornata internazionale del Mar Mediterraneo, si terrà il secondo ...

Arrivano i Seabin di Cambiagesto, per ripulire i nostri mari dai rifiuti

A volte sono i gesti più semplici ad aiutarci a raggiungere grandi risultati. È con questo spirito che #...

Con Cambiagesto ripartiamo dai numeri

Cambiagesto riparte dai numeri. E lo fa toccando, nella sua prima tappa, le città di Matera, Napoli, Pescara ...

Riparte #CAMBIAGESTO, la campagna per prevenire l’inquinamento da mozziconi

Riparte #CAMBIAGESTO, la campagna di sensibilizzazione per prevenire l’inquinamento da mozziconi  ...

Giornata Mondiale dell’Ambiente. Parte la campagna #CAMBIAGESTO

Il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente e non poteva che essere questa la data nella quale ...

Le tabaccherie, spazi dove comunicare l’importanza di rispettare l’ambiente

Quando pensiamo a un esercizio commerciale storico del nostro Paese, non possiamo non parlare della ...

#CambiaGesto: una parte di te sa già come fare

Anno dopo anno un impegno per la sostenibilità Ogni giorno nel mondo vengono dispersi nell’ambiente 800.000...

Cosa sono i mozziconi e il loro impatto ambientale

Cosa sono i mozziconi, qual è la loro composizione e quali sono i pericoli della dispersione continua di ...

Ricorda di portare sempre con te il posacenere portatile

Ami l’ambiente. Vuoi impegnarti seriamente per non inquinare e per ridurre il più possibile il tuo impatto ...

Non gettare i mozziconi nei tombini, possono finire nelle acque

Abbiamo già parlato del rischio di gettare i mozziconi per terra: contribuiscono al degrado urbano e ti fanno...

Dove si buttano i mozziconi?

Sei un fumatore e a volte non sai dove buttare il mozzicone una volta finita la sigaretta?  Intanto, ...

Campagna di informazione e sensibilizzazione promossa e finanziata da Philip Morris Italia s.r.l. ai sensi del decreto 15 febbraio 2017, art. 3